Le pagelle di Bologna-Hellas Verona: Verdi è tornato, Nagy prima gioia in rossoblù

di Luca Nigro
articolo letto 409 volte
Foto

Mirante 6 - Spettatore non pagante fino al minuto 89' quando nega la rete al coreano Lee con un bell'intervento. Parata bella e importante.

Mbaye 6 - Titolare dopo l'infortunio di Torosidis, nel primo tempo fa buona guardia dalla sua parte. Con l'ingresso di Lee va un pò in sofferenza. 

De Maio 6 - Nei primi 45 minuti annulla Fares, nella ripresa commette qualche errore di troppo.

Helander 6 - Come De Maio tiene a distanza Cerci, cala nel finale. 

Masina 6,5 - Altra buona prova. Romulo dalla sua parte non si vede quasi mai. Sfiora il gol con un bel sinistro dal limite.

Poli 6,5 - Vince quasi tutti i duelli con Fossati e Valoti. Nel primo tempo si propone spesso in avanti, creando superiorità in attacco. Dal 75' Nagy 6,5 - Fino al 94' non si vede, poi s'incunea in area insaccando sulla corta respinta di Nicolas. Ricorderà a lungo il suo primo gol in serie A. 

Pulgar 6,5 - Il cileno torna ai suoi livelli dopo un periodo non positivo e sciorina una prestazione di livello. Perfetto a protezione della propria difesa, bravo ad impostare. Sul finire del primo tempo impegna Nicolas con un gran destro dalla distanza. Già ammonito, esce ad inizio ripresa. Dal 58' Crisetig 6 - In campo dopo mesi si limita a contenere le ripartenze degli scaligeri. 

Dzemaili 6,5 - Blerim è tornato. Nel primo tempo gioca molto alto, quasi a ridosso degli attaccanti. Sfiora la rete nella ripresa con un gran destro all'incrocio ma Nicolas gli nega la gioia del secondo centro in campionato.

Verdi 7 - Non dà punti di riferimento alla retroguardia veronese. Parte a destra ma svaria su tutto il fronte d'attacco. Sblocca la gara con la specialità della casa: punizione a giro dal limite. Potrebbe raddoppiare ma Nicolas ad inizio ripresa si supera in angolo. Dopo la deludente prestazione di Crotone, Simone riprende per mano il Bologna. 

Destro 6 - Fa a sportellate per tutta la gara con Caracciolo e Vukovic. Inizia l'azione del secondo gol costringendo Nicolas alla ribattuta di piede. 

Palacio 6,5 - Che partita quella dell'argentino. Prima a sinistra, poi a destra. Scambia spesso la posizione con Verdi riuscendo sempre a mettere in difficoltà la difesa scaligera. Colpisce il palo sul finire del primo tempo. Dall'84' Di Francesco s.v. - Entra nel finale per far rifiatare Palacio. 

Donadoni 6,5 - Dopo la sconfitta in terra calabra, serviva una prestazione convincente e la sua squadra vince meritatamente. Il ritiro forse è servito. L'abbraccio che gli regala Verdi dopo il gol è sintomatico. Il Bologna a sei giornate dal termine e quasi salvo: in fin dei conti è in piena linea con gli obiettivi societari. 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy